Holy REFF

Intensa la due giorni del REFF organizzata fra Ancona, Osimo e Macerata grazie a un attivissimo membro della Fake Institution: Ossigeno di Marco Fagotti.

REFF, con il suo Youth AR Program, entra per la prima volta in contatto con una scuola media superiore: siamo nel Liceo Artistico Mannucci di Ancona, una bellissima struttura frequentata da oltre 500 studenti. L’incontro si svolge nell’Aula Magna, gremita di giovanissimi che ascoltano curiosi per oltre due ore la storia e l’evoluzione del REFF. Introdotti dal prof Francesco Colonnelli, abbiamo il tempo di presentare brevmente MACME e la risposta dei ragazzi è bellissima, piena di emozione ed entusiasmo per la scoperta di un linguaggio, di una nuova possibilità di esprimersi, di scrivere sul mondo. lcuni di loro si fermano per evere spiegazioni, alcuni comprano il libro, con alcuni siamo rimasti in contatto in questi giorni. Il pranzo è l’occasione per approfondire un dialogo anche con il preside dell’Istituto Alfio Albani: il suo recente arrivo ha portato nella scuola aria di novità e apertura a detta di tutti.

La seconda tappa è una piccola libreria di Osimo, Il Mercante di Storie: un luogo raccolto e intimo dove ci confrontiamo con alcune docenti di scuole medie ed elmentari incredibilmente aperte e ricettive alla possibilità di sperimentare nuove pratiche di insegnamento.

La terza tappa si svolge presso l’Accademia di Belle Arti di Macerata, nell’Aula Svoboda: una ex-cappella sconsacrata che meraigliosamente camia destinazione d’uso. Holy REFF, non lo avevamo mai visto così: il logo campeggia proiettato sull’altare in una stratificazione di simboli che è già una realtà aumentata. L’accoglienza, grazie ai prof Antonio Benemia e Massimo Puliani, diventa un incontro-dialogo capace di aprire spazi e prospettive in una reciproca scoperta. La riflessione sugli aspetti teorici (e storici) del progetto, dal linguaggio ci porta infine a confrontarci sul processo di costruzione dell’dentità di REFF come Fake Institution, mettendone in luce i meccanismi e il funzionamento: ringraziamo i docenti per avercene dato l’occasione.

REFF esce carico di suggestioni ed energia da questo breve ma profondo passaggio nelle Marche, fatto innanzi tutto di splendidi incontri umani. Con la voglia di tornare e un’accresciuta consepevolezza del valore che lo Youth Program lanciato a Londra e e l’attivazione di un network – basato sul dialogo, la fiducia e il desiderio di individui e organizzazioni come quello della nostra Fake Institution – possiedono.

Special thanks to

Ossigeno
Marco, Fabiola, Maria e Luca Fagotti
nonna Matilde
Giacomo Cesari
il Liceo Artistico Mannucci e l’Accademia di Belle Arti di Macerata
tutti gli studenti e il publico che ci hanno ascoltato

Link

www.ossigenazioni.com
www.istitutoarteancona.it
www2.abamc.it

Multimedia Gallery

http://www.flickr.com/photos/xdxd_vs_xdxd/sets/72157626410196564/


Holy REFF - Accademia di Belle Arti di Macerata, sala Svoboda
Holy REFF - Accademia di Belle Arti di Macerata, sala Svoboda
Liceo Mannucci - Aula Magna
Liceo Mannucci - Aula Magna
Liceo Mannucci - Aula Magna
Liceo Mannucci - Aula Magna
Accademia di Belle Arti di Macerata - ingresso. Da destra a sinistra: Antonio Benemia, Salvatore Iaconesi, Oriana Persico, Marco Fagotti, Massimo Puliani
Accademia di Belle Arti di Macerata - ingresso. Da destra a sinistra: Antonio Benemia, Salvatore Iaconesi, Oriana Persico, Marco Fagotti, Massimo Puliani
Accademia di Belle Arti di Macerata, sala Svoboda
Accademia di Belle Arti di Macerata, sala Svoboda